Chi sono

La mia foto
Ho 46 anni, risiedo a Roma, ma vivo temporaneamente a Francoforte. Ho due figli. Mi piace viaggiare, fotografare, leggere e andare in moto. Mi interessa tutto ciò che riguarda la tecnologia. Sono appassionato di politica e di sindacato, che seguo anche a livello europeo per conto della Falbi. Sono un tifoso giallorosso: della Roma e della squadra della mia città di origine, il Catanzaro.

domenica 24 febbraio 2013

BOOOOMMMMMM!!!!!!

Il grande giorno è arrivato: sono appena rientrato dal seggio, dove ho compiuto, con grande soddisfazione, il mio diritto/dovere di cittadino.

Con grande soddisfazione, nonostante faccia parte della "zavorra molta pesante". Già, questa è la felice definizione con cui gli elettori di Grillo e Berlusconi, che insieme rappresentano il 50% dell'elettorato, sono stati accomunati ed etichettati da un signore ultra ottuagenario molto democratico, che scrive tutte le domeniche sul quotidiano che ha fondato. Lo stesso signore, nell'articolessa di stamani, oltre a manifestare un concetto un po' curioso di chi non la pensa come lui, è caduto in qualche contraddizione, specie quando ha deplorato coloro i quali pretendono di governare senza esperienza politica. 

Si tratta, infatti, dello stesso signore che si è sperticato per un anno in elogi verso il Governo Monti, il quale è composto anch'esso, quasi completamente, da personaggi senza alcuna esperienza politica. Questo signore oggi profetizza che il grillismo sgovernerebbe il Paese se avesse il potere. Ovviamente, la ricetta grazie alla quale il nostro Paese si salverà, sarà il Governo del PD insieme a Monti, che si immolerà nuovamente per il bene della nostra Patria.

E se invece il problema di questo Paese fosse chi (destra, sinistra, centro) è stato al potere fino ad ora (e quindi ha esperienza politica)? Scalfari l'ha capito che gran parte della gente è stufa proprio di chi è stato in Parlamento fino ad ora? Ma no che non l'ha capito... 

Meglio così... Domani il risveglio sarà duro per l'oligarchia che ha avuto in mano il Paese fino ad ora. Non hanno capito niente, ma d'altronde loro cosa ne sanno della gente che fatica ad arrivare alla fine del mese, di chi è pieno di debiti, di tasse, di chi manda i figli in scuole dove bisogna portare da casa la carta igienica, di chi è costretto a curarsi in strutture sanitarie inadeguate e indegne di un Paese che velleitariamente ambisce ad essere tra i più industrializzati al mondo?

Io ho ripartito equamente il mio voto tra due nuovi soggetti politici, è stato un voto di protesta, e ritengo e spero che tanti come me abbiano fatto questa scelta. Non siamo zavorra, caro Scalfari: siamo cittadini che lavorano, che vogliono mandare avanti l'Italia, in maniera diversa rispetto a chi ci ha condotti fin qui.  

Ovviamente sarà molto difficile che il fondatore di "Repubblica" possa leggere le mie parole. Ma se ciò dovesse avvenire, mi permetto di rivolgergli un consiglio: vada in pensione, si goda la vecchiaia e la smetta di insultare chi la pensa diversamente da lei.

Nel frattempo ascolti bene la deflagrazione di domani... Farà BOOOOMMMMMM!!!!!!

Nessun commento:

Posta un commento